Kenjūtsū

 

Lo studio rigoroso del Kendō ha alimentato presso il Ken Shin Kan un notevole interesse per lo studio del Kenjūtsū, ovvero della scherma tradizionale giapponese

Nell’agosto del 1999, grazie agli insegnamenti di Ishiyama Mutsunori sensei chiamato in Italia per quello che sarebbe stato il primo di sei seminari di Kendō organizzati dal dōjō, ci fu il primo contatto con l’Ono ha Ittō ryū (小野派一刀流劍術), una tra le più antiche scuole di scherma giapponese.

Lo studio dell’Ono ha Ittō ryū proseguì negli anni successivi sotto la guida del XVII Sōke (caposcuola) Sasamori Takemi sensei del Reigakudō di Tokyo e il Ken Shin Kan divenne uno dei Keikō dōjō (gruppi di studio) dell’Ono ha Ittō ryū esistenti in Italia.

La svolta più importante si è avuta negli ultimi anni con l’incontro con un’altra Kōryū (scuola  antica), l’Hokushin Ittō-ryū Hyōhō (北辰 一刀 流 兵法), e con il suo VII Sōke, Ōtsuka Ryūnosuke Taira no Masatomo.

L’Hokushin Ittō-ryū Hyōhō fu fondata nel 1820 (alcuni decenni prima della fine del periodo Edo) dal samurai Chiba Shūsaku Taira no Narimasa fondendo gli insegnamenti della Scuola familiare, la Hokushin Muso ryū, a quelli dell’Ittō ryū che aveva imparato.

L’Hokushin Ittō-ryū Hyōhō è probabilmente una tra le Kōryū più complete attualmente esistenti e una tra quelle che ha fortemente influenzato di più il Kendō moderno.

Oggi il Ken Shin Kan dōjō è il Dōkōkai italiano per l’Hokushin Ittō-ryū Hyōhō.

 

Per maggiori informazioni, potete consultare il sito: